Newsletter 07: Famiglia


”La famiglia è la spina dorsale della nostra società”

Dalla ricerca condotta sui giovani della provincia emerge che il loro più grande desiderio è quello di farsi una famiglia. Il dato conferma il mio pensiero in proposito. La politica ha il compito di creare buone condizioni generali, atte a dare un adeguato sostegno alle famiglie.   

Una valida politica familiare deve tenere conto di tanti fattori e deve soprattutto pensare a lungo termine. La famiglia è una realtà trasversale che tocca l’assetto territoriale come la mobilità, fino al mercato del lavoro e all'occupazione. L’obiettivo è di configurare una politica familiare, fiscale e sociale atta a tenere maggiormente in considerazione gli oneri e i contributi delle famiglie e a rendere possibile e più forte la vita familiare, anche in situazioni di precarietà esistenziale. Al giorno d’oggi la famiglia può funzionare solamente se la donna e l’uomo hanno pari opportunità, se entrambi si dedicano attivamente alla famiglia, se per entrambi famiglia e lavoro sono due aspetti conciliabili fra loro. Per realizzare questo occorrono, solo per citare un esempio, modelli di orari di lavoro compatibili con le esigenze familiari. Urge dunque un compromesso tra l’industria e i lavoratori.   

Il concetto di famiglia è cambiato molto negli ultimi anni: sono sopravvenuti infatti nuovi modelli relazionali. Ancora oggi, per molti, la famiglia è un valore molto importante ed è una componente fissa nel progetto di vita di tanti giovani. Le forme assunte dalla famiglia, tuttavia, corrispondono sempre meno all’ideale tradizionale di famiglia. Il compito della politica è quello di rispondere alle mutate realtà sociali con adeguate condizioni generali e di garantire supporto e sostegno alle diverse forme di famiglia.   

La politica familiare è anche politica della formazione: sostenendo le famiglie si promuove infatti anche una buona crescita e si aprono prospettive di istruzione accessibili a tutti i bambini. Per tale ragione, politica familiare e politica della formazione vanno pensate insieme e collegate fra loro.  

Importante è anche il rapporto fra le diverse generazioni, il cosiddetto “contratto generazionale”. La generazione dei nostri genitori e dei nostri nonni ha ricostruito l’Alto Adige dopo il fascismo e la guerra. A loro vanno tutto il nostro rispetto e la nostra stima. La famiglia non è solo composta da genitori e figli, ma anche dai nonni che continuano a dare il loro contributo allo sviluppo della nostra terra. La politica familiare è politica generazionale. Ha bisogno di tutti noi lungo il cammino verso una società incentrata sulla famiglia.